Come prendere in braccio un gatto

Quanto è bello coccolare i nostri mici pelosi? Prenderli in braccio, cullarli, baciarli…
Ma ai gatti piace veramente essere coccolati e presi in braccio?

come prendere in braccio un gatto
Creative Commons Attribution 2.0 Generic License  by Brenn

Ci sono delle regole per come prendere in braccio un gatto e quindi rendere piacevole l’esperienza anche al tuo a-micio!

Se il gatto non vuole stare in braccio

Essere tenuto fermo in braccio è lontano dalla natura del gatto, quindi non prendertela se il tuo non è dolce e coccoloso come speravi, magari col tempo e con la fiducia che si instaura tra voi cambierà atteggiamento.
A volte un gatto che non vuole essere preso in braccio è vittima di un trauma che gli impedisce di vivere quel momento come piacevole.
Inoltre, pensa a come agisci quando ti approcci al gatto per coccolarlo o prenderlo in braccio: stai facendo nel modo giusto? Sicuro di non fargli male?

Non coglierlo di sorpresa

Quando ti avvicini al tuo gatto per prenderlo in braccio, cerca di non spaventarlo: se vedi che è timoroso e sta per andarsene, abbassati e chiamalo mostrandogli la mano. Se si avvicina accarezzalo o aspetta che sia lui a volersi fare accarezzare.
Così facendo dovrebbe rilassarsi ma non sempre è così: se vedi che è troppo spaventato, dagli tempo.

Non prendere il gatto per la collottola

Anche se ti sembra il modo migliore, sappi che solo la mamma gatta riesce a sollevare i suoi gattini per la collottola senza fargli male!
Prendere il gatto per la collottola può essere per lui molto doloroso e fastidioso.

Non prendere il gatto per le zampe o le ascelle

Altro atteggiamento da evitare è prendere il gatto per le zampe: questa sensazione di instabilità è terrificante per lui e può essere dolorosa.
Prenderlo per le ascelle è altrettanto sbagliato perché potrebbe non essere comodo per lui.

Dai al gatto sicurezza e stabilità

Il gatto non ama stare con le zampe che ciondolano nel vuoto, pertanto è bene che appoggi le zampe da qualche parte, soprattutto le zampe posteriori. Il tuo braccio piegato o le gambe vanno benissimo per dare al tuo gatto un appoggio stabile.

Il modo giusto per prendere in braccio un gatto

La maniera giusta di prendere in braccio un gatto è quella di mettergli una mano aperta sotto il petto, tra le zampe anteriori, e l’altra mano tra le zampe posteriori.
Insieme ad un appoggio sicuro per le zampe, questo è il modo per far sì che il tuo gatto si rilassi in braccio e si lasci coccolare.

Bambini, il gatto non è un peluche!

Se in casa convivono gatti e bambini, è bene insegnare a questi ultimi il rispetto per gli animali. Prendere in braccio un gatto non è come coccolare un peluche e i bambini devono rendersene conto fin da subito (anche per evitare graffi e morsi!).

E’ tempo di coccole!

Ora che sai come prendere in braccio il gatto, che aspetti? Un fiume di fusa ti aspetta!
Scrivi com’è andata e se hai dei suggerimenti da dare!

 

 

 

 

Una replica a “Come prendere in braccio un gatto”

  1. Stella ha detto:

    Ciao sono stella ho una gattina (presa in una associazione)di quasi 3 anni sterilizzata all inizio dunque al eta di 2 mesi era coccolona stava abbastanza in braccio ora crescendo ho notato che se vado io da lei si fa accarezzare coccolare e se la prendo in braccio ci sta(5 minuti) ma di sua spontanea volonta magari…..quando mio marito si siede sul divano gli va nelle ginocchia ma anche qui questione di poco
    Ho la sensazione che mi odi eppure la tratto benissimo crokette pate stuzzichini giochi puo stare dove vuole in casa
    Dove sbaglio perche non mi vuole stare in braccio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *