Gatto bengala: turbolento o affettuoso leopardo?

bengal1Se vi è capitato di scorgere in Tv o su Internet o meglio ancora dal vivo un gatto che fisicamente si assomiglia tantissimo ad un leopardo, soprattutto perché il colore del mantello lo ricorda fortemente, sappiate che si tratta di una razza di gatti selezionata chiamata Bengala o Bengal o Bengalese.

Una razza recente

Riconosciuta solo negli anni 90 – questa razza particolare è stata creata negli anni 70/80 in seguito all’incrocio di un gatto selvatico, il leopardo-asiatico, con un gatto domestico.

I primi gattini nati da questa unione non furono proprio micini socievoli e tranquilli per la predominanza del forte istinto selvatico. Negli anni, però, il gatto Bengala è diventato un gatto amichevole e molto giocherellone.

Come riconoscerlo? Dal mantello

Per adottare un gatto di razza Bengala è preferibile rivolgersi a un allevatore professionale ed esperto capace di fornirvi tutte le informazioni necessarie per allevarlo al meglio.

In linea di massima non è difficile riconoscerlo poiché il mantello è quello di un leopardo: rigorosamente a macchie o striato, con il pelo corto e liscio, la coda di media lunghezza e con la punta arrotondata, sempre nera.

La taglia del gatto Bengala è medio-grande; è un gatto grosso e muscoloso con le zampe robuste.
Il maschio può arrivare a 9 kg, la femmina a 6 kg. Le orecchie non sono molto grandi.

Carattere da leopardo

Secondo alcuni, i gatti Bengala sono a volte un po’ aggressivi con gli altri gatti, specie per difendere il territorio.

Con gli umani sono però socievoli ma, poiché l’indole del gatto bengala è di essere molto indipendente, è preferibile adottarlo quando è piccolo perché si abitui al suo proprietario.

L’istinto del predatore inoltre è inarrestabile. Il Bengala ha una energia interminabile che gli permette di essere sempre in movimento, per arrampicarsi, esplorare, giocare di continuo.

Unicità da gatto

I Bengala amano l’acqua e, a differenza della maggior parte dei felini, non hanno paura di bagnarsi e possono tranquillamente giocare nell’acqua.

Miagolano in una maniera particolare emettendo un suono che alcuni definiscono stridulo e pare siano molto chiacchieroni.

american-best-bengal-catSempre in movimento

Il bengala ama saltare, correre, arrampicarsi sugli alberi e vivere all’aria aperta; potrebbe anche mettersi a cacciare piccole prede, perché le sue origini selvatiche di tanto in tanto si fanno sentire. Quindi se decidete di adottarne uno prevedete che passi parte della giornata all’aperto.

Vuoi aggiungere qualcosa sul gatto Bengala magari perché ne possiedi uno?
Raccontaci com’è! Scrivici!

Una replica a “Gatto bengala: turbolento o affettuoso leopardo?”

  1. Michela ha detto:

    Salve Mio nome è Michela e ne o un gatto del bengala attualmente di 14 mesi di età .. lo acquistato quando aveva tre mesi .. più passa il tempo è più diventa aggressivo . Per quanto lo vogliamo bene perché ci siamo affezionati a lui è di una bellezza difficile descrivere in parole …ma purtroppo ci rendiamo conto che se continua così dobbiamo toglierlo agredisce come un vero felino .. state attenti a tenerli vicino a bambini piccoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *